La sicurezza nelle vetrazioni

In questo articolo sulla sicurezza nelle vetrazioni vorremmo parlare delle diverse normative e leggi che normano l’utilizzo del vetro in edilizia.

Le norme di riferimento sono diverse, ma sicuramente la più importante è la UNI7697 del 2014, che norma l’i diversi utilizzi del vetro nelle sue diverse possibilità di utilizzo. Qui di seguito una breve sintesi.

 

UNI 7697/14 Criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrarie

 

 

In Italia la norma di riferimento per la scelta e l uso dei vetri è la UNI 7697/14, la quale fornisce i criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrarie e specifica  ho base allo scopo ed al campo di applicazione, i criteri di scelta dei vetri da usarsi,sia in esterni che in interni, in modo che sia assicurata la risposta fra prestazioni dei vetri e requisiti necessari per garantire la sicurezza dell utenza.

Residenziale

  • Tutti i vetri che sono posti al di sotto dei 100cm dal piano di calpestio devono essere temprati o stratificati, sia all’interno che all’esterno dell’edificio.
  • I vetri posti al di sopra dei 100cm dal piano di calpestio devono essere temprati o stratificati sul lato interno all’edificio.
  • Applicazioni di vetro temprato ad altezze superiori di 4 metri la cui rottura possa proiettare frammenti , il vetro deve essere stato sottoposto al test di HST

Terziario

  • Tutti i vetri interni o esterni devono essere temprati o stratificati indipendentemente dalla altezza dal piano di calpestio.
  • Applicazioni di vetro temprato ad altezze superiori di 4 metri la cui rottura possa proiettare frammenti , il vetro deve essere stato sottoposto al test di HST

Parapetti

  • È obbligatorio l’uso di vetri stratificati Anti caduta nel vuoto. Se i vetri non sono intelaiati sui quattro lati bisogna usare dei vetri temperati stratificati.
    (Parapetti anche se completamente intelaiati debbono essere realizzati con un pvb 0.76)

Coperture

  • Tutti i vetri rivolti verso l ambiente devono essere stratificati. È opportuno usare in lastra singola un vetro temprato/stratificato per avere maggiore resistenza meccanica e prevenire le rotture da shock termico. In ambienti ove bisogna prevedere un buon coefficiente termico, bisogna usare una vetrata isolante con lastra rivolta verso l esterno temperata e quella verso l interno stratificata.
La sicurezza nelle vetrazioniultima modifica: 2016-10-19T13:10:26+02:00da glassconsult
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *